Famiglia Fantasma

Roma e il maschio CleroSexual – Docufantasy sociologico con Alberto Angela

Posted on: aprile 30, 2008

Roma è una città piena di preti. I preti hanno un comportamento sessuale molto specifico: potremmo definirli portatori occulti di una mentalità sessuale detta CleroSexual. Quale è l’impatto sociale sulla vita sessuale dei Romani? Un viaggio immaginario con Alberto Angela per le vie di Roma può aiutarci a capire…

—————————————————————-

Carino... Ogni volta che vado a Roma resto esterrefatto. Dovunque mi giro trovo uomini in gonnella nera. Sembra un po’ come nelle zone malfamate delle città, dove ad ogni palo ci si aspetta di vedere qualche gregario messo a controllare il territorio, e il traffico di cose e persone.

Roma è veramente piena di preti, a tal punto da sconvolgere l’ordine sociale di quella città.
E tra le tante cose, si sa, i preti i vescovi e i papi fanno sesso a modo loro. Un modo tutto speciale che vale la pena di indagare.

Una volta c’erano i maschi e le femmine. Poi (praticamente subito) sono venuti gli omosessuali e i middlesex. Poi i transessuali. La chiesa per dare il suo contributo creò gli eunuchi… Ora parliamo di transgender. Ma anche di Metrosexual.
Secondo me, per Roma, vale la pena coniare un nuovo termine: Clerosexual.

Per capire bene cosa intendo con questo neologismo, immaginiamo di passeggiare per le vie di Roma insieme ad Alberto Angela e aiutiamolo a divulgare una nozione di questo tipo di espressione sessuale.

———–IL MASCHIO CLEROSEXUAL SPIEGATO DA UN IMMAGINARIO ALBERTO ANGELA
Il tipico cittadino Clerosexual è maschio, ma veste in gonnella come una donna. Per motivi ideologici utilizza quasi esclusivamente i seguenti colori: nero (per la maggior parte), porpora (pochi) o bianco (solo il capobranco).
Queste persone non si truccano, non indossano orecchini, ma amano anelli e altri oggetti ornamentali d’oro e pietre preziose, anche piuttosto pacchiani. Generalmente non sono persone di buon gusto, anche se i loro vestiti possono costare fino a svariate migliaia di Euro.
Pur così vanamente vestiti, le persone Clerosexual sono socialmente accetate ed integrate, anzi tendono ad avere un ruolo socialmente rispetto alle persone comuni di cui modificano fortemente il comportamento.

Ma veniamo al comportamento sessuale. Al centro dell’attività sessuale di una persona clerosexual, c’è l’esperienza del branco.
Infatti, nella società civile queste persone fingono di non avere rapporti sessuali e la società civile, in segno di sottomissione, si adegua, fingendo di crederci. In realtà, gli elementi clerosexual conducono una vita sessuale normalmente attiva.
Insomma, una persona Clerosexual consuma sesso di nascosto dalla società civile ma con la compiacenza e la complicità tacita del suo branco. E delle forze dell’ordine.

Questo un po' meno... Un equilibrio sociale molto complesso, che si regge a scapito delle sane relazioni sessuali della gente comune, le quali vengono tipicamente demonizzate e condannate e crudelmente regolate direttamente dal capo dei CleroSexual.
Tipicamente, ogni volta che un Clerosexual consuma i suoi atti sessuali – tipicamente leciti, occorre precisare – sente l’impulso di danneggiare con prediche e giudizi morali, l’idea che la gente comune ha della propria attività sessuale.

Ancor più grave è che la compiacenza del branco è totale ed indiscussa, e si trasforma addirittura in omertà nello sventurato caso in cui un elemento CleroSexual abbia l’abitudine di commettere atti sessuali illeciti.
Addirittura, più gli atti sessuali sono illeciti più il branco Clerosexual organizza la propria omertà arrivando a celebrare pomposi riti sociali di scuse pubbliche affiancati alla formulazione di regole scritte che impongono l’omertà più assoluta e sanciscono l’espulsione dal branco in caso di disobbedienza.

Insomma, a causa dei sempre più numerosi cittadini CleroSexual, Roma sta diventando una città dove si fa sempre più sesso, sempre più brutto, sempre più di nascosto.

Ecco perché, con Famiglia Fantasma, indagheremo più a fondo su questo annoso problema: è vero che i cittadini CleroSexual stanno tentando di accaparrarsi la gestione dei luoghi di incontro di sesso gay? Se sì, come è possibile tutto questo?”

Lo sapremo alla prossima puntata…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: