Famiglia Fantasma

Pope and Cigarettes – Difendi i tuoi figli dalla tua omofobia

Posted on: aprile 19, 2008

Proteggi i bambini - Non fare loro respirare la tua omofobiaEssere omofobi ha un elevatissimo costo sociale. Chi è omofobo e ha dei figli, carica sulle spalle di tutta la società un pesantissimo fardello. Il fardello di nuove generazioni cieche, cresciute ed educate fuori dalla realtà, in una campana di vetro che li renderà incapaci di convivere con chi non corrisponde all “favole” eterosessiste che gli sono state raccontate.

Nuove generazioni incapaci di interagire in modo agile ed efficace con la realtà. Nuove generazioni disadattate sociali: che non capiscono, che non accettano, che non sono sereni.

Se sei omofobo puoi smettere. E se non vuoi farlo per te, fallo per i tuoi bambini. Il tuo futuro. Il futuro della nostra italia. una italia anche gay. Una italia dove gli omosessuali si amano, fanno famiglie, a volte hanno anche figli.

Questa sigaretta la dedico ai bambini di famiglie omosessuali. Questi bambini in Italia non hanno risonocimenti, non hanno diritti, possono essere abbandonati dal genitore non genetico, possono essere bullizzati e maltrattati da coetanei e dalle famiglie benpensanti.

Andiamo avanti. Lasciamoci l’omofobia alle spalle.

Annunci

1 Response to "Pope and Cigarettes – Difendi i tuoi figli dalla tua omofobia"

Molto immediato il messaggio della sigaretta Ratzi, chissà che non passi il muro di gomma delle testoline bacate che abitano questo paese…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: