Famiglia Fantasma

Testamento – Alcune considerazioni

Posted on: gennaio 4, 2008

Ora che sappiamo “tutto” sulle successioni patrimoniali, ci avventuriamo in alcune considerazioni pratiche.
Una grandissima percentuale dei testamenti olografi vengono impugnati… proprio perché non rispettano le legittime ecc…

—-LA STIMA DEI BENI PATRIMONIALI
Il problema dei testamenti olografi non è che siano scritti a mano. Anzi: questa è una importante garanzia (permette un test calligrafico meticoloso e certo). Il fatto è che, se fatto per propio conto, il suo contenuto potrebbe non rispettare le quote di legittimi o legittimari. Per questo, quanto più si dispone di molti beni, tanto più è fondamentale servirsi di strumenti e professionisti per verificare l’esatto ammontare del patrimonio all’apertura del testamento. Questa operazione prende il nome di riunione fittizia perché i beni vengono tutti riuniti, anche se fittiziamente. Si può anche parlare di stima o perizia patrimoniale: definire insieme ad un professionista, l’esatta natura e l’ammontare dei propri beni, in modo da essere sicuri di rispettare le quote dei legittimari, così che il testamento redatto possa essere sicuramente valido. Un modo come un altro per essere confidenti di non lasciare inutili e sgradevoli rogne a chi è già sofferente a causa della nostra mancanza.
Infatti, se da questi calcoli emerge che la quota è stata ecceduta, allora ciascun leggittimario può esperire l’azione di riduzione. Questa azione ha lo scopo di ridurre le altre quote testamentarie e le donazioni, ed è irrinunciabile.

Inaggiunta a questo, un notaio (un buon notaio) è garante della validità formale del testamento.

—–LA PERIZIA PSICHIATRICA
In più, se si hanno dei parenti cattivi cattivi, anche una perizia psichiatrica contestuale alla redazione del testamento non fa male: unita alla eventuale perizia calligrafica certificherà con maggiore robustezza la validità delle volontà testamentarie. Certo è che se la perizia te la fa la Binetti, stai fresco.

—–L’UNICITA’ DEL CORPO TESTAMENTARIO
Un’altra cosa importante è che non ci siano scritti all’esterno del testamento. Tutte le volontà successorie devono essere nello stesso documento. Se una persona inizia a scrivere fogli e foglietti con date successive, in cui definisce le sue volontà successorie, non fa altro che rendere complicata la vita a chi gli sopravviverà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: