Famiglia Fantasma

La procura speciale e il legame di sangue

Posted on: ottobre 16, 2007

Da qualche tempo cerco di informarmi sulle iniziative “private” che i cittadini possono intraprendere per tutelare la loro unione che non abbia riconoscimenti pubblicistici.

Certamente si tratta di un ripiego: ma è doveroso prenderlo in considerazione se ci si vuole premunire dal rischio che dei piccoli incidenti possano diventare un’emergenza che mini la serenità di vita.

Certamente si tratta anche di una stortura, perché a volte si prendono regolamenti nati per regolare interessi privati e materiali e si fa del tutto affinché si abbiano una praticabilità anche nelle storie d’amore.

Se dovessi ridurre tutto ad una questione di principio, non mi interesserei di queste cose perché sono umilianti. Però pensare ed agire solo per principi può significare agire contro il proprio bene. Allora viva la praticità, che oltretutto ci permette di avere più energia e serenità per arrivare all’obiettivo che è: parità di diritti.

Come si incastrano i miei diritti con quelli degli Italiani e dell'Europa intera? Se fosse per me, benissimo. Come l'olio...Detto questo: ho parlato con un’avvocato che mi ha messo in guardia: in Italia il legame di sangue vale più della volontà della persona. E’ un principio, una regola generale che il giudice eventualmente deve tenere in considerazione. Questo significa che, in linea di principio, anche una “Procura Speciale per malattia” non è un’ultima parola.
Può essere impugnato, anche solo se questa Procura autorizza il partner ad essere informato – senza lasciargli nessun potere decisionale.

Occhio però: solo i parenti i sangue possono impugnare la Procura Speciale. E dovrebbero farlo supponendo che il loro parente fosse stato circuito dal partner. Un’accusa dura, che solo nei casi più rari può essere riconosciuta dal giudice.

Inoltre, in caso di impugnamento, finché il giudice non si esprime, la Procura Speciale ha effetto e se è riconosciuta l’urgenza passa una settimana, altrimenti tipicamente un mese.

Infine, questa impugnabilità da parte di terzi non è una condizione riservata solo alle coppie senza riconoscimento pubblico, ma a tutti. Addirittura anche al coniuge. Perché, lo ripeto, il legame di sangue è più importante di ogni altra volontà personale o del coniuge.

Volete altre informazioni in merito? Stiamo lavorando per voi… se avete domande da fare, giratemele sui commenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: